CL. Giuseppe

Luogo:

Il fatto più grave contestato a Giuseppe Cl., negoziante, nato in Bolzano da genitori italiani, trentini, optante per la Germania e in possesso del certificato di cittadinanza germanica sin dall’anno 1940, è costituito dalla partecipazione all’arresto , avvenuto la mattina del 9 settembre 1943, dell’ebreo rag. Carpi da Mantova, commerciante, e del figlio diciassettenne dello stesso, di nome Alberto, che furono rinchiusi per qualche tempo nelle carceri di Bolzano, e più tardi, insieme con gli altri familiari, la moglie, e due figlie, una sedicenne e l’altra treenne dello stesso Carpi, successivamente pure catturate dai tedeschi, vennero deportati in Germania dove si presume che tutta la famiglia sia stata soppressa, non essendosene più avute notizie nemmeno dopo qualche mese dalla fine delle operazioni belliche e dalla liberazione degl’internati da parte delle truppe alleate […]

Numerosi testimoni, specialmente presentati dal Pubblico Ministero, sono stati esaminati sulle modalità della cattura del rag. Carpi e del figlio; ma le loro deposizioni sono state variamente discordi sui particolari della parte avuta dall’imputato in quella azione.  Sostiene il Cl. di essere stato chiamato la mattina del 9 settembre 1943 all’albergo Bristol di Bolzano, dove aveva sede la Volksgruppenfuhrung, o direzione del movimento locale dell’ Alto Adige organizzato dal partito nazional-socialista e di avere colà ricevuto dal capo del movimento, Peter Hofer, e da alcuni collaboratori dello stesso, l’ordine  di accompagnare all’abitazione della famiglia Carpi il dott. Paolo Knapp, medico di Bolzano, armato di pistola, e due soldati germanici, armati e in tenuta di guerra; precisa di aver tentato di schermirsi, ma di essere stato dal detto Hofer minacciato, e costretto ad eseguire l’ordine.

Aggiunge di essersi limitato ad accompagnare gli altri tre, senza comunque maltrattare alcuno della famiglia Carpi nell’operazione, terminata con la consegna dei due arrestati all’albergo Bristol. Sostiene di aver obbedito per timore di danni alla sua persona, e suo malgrado, anche per essere stato buon conoscente del Carpi e cliente dello stesso, che del resto si forniva di tabacchi nel suo negozio con rivendita di generi di monopolio e spiega di esser stato prescelto perché il suo negozio aveva sede nella stessa via nella quale trovavasi la casa dove i Carpi abitavano. Risulta provato dalle deposizioni di alcuni testi […] e dalle dichiarazioni del teste a discolpa sacerdote don Giuseppe Ferrari, vice-provveditore agli studi di Bolzano per le scuole di lingua tedesca, arrestato anche lui dopo l’8 settembre 1943 dai tedeschi nazisti, che nelle carceri di Bolzano il rag. Carpi, parlando dell’arresto suo e del figlio, ricordava l’intervento del Knapp e non pure quello del Cl. Si desume dal complesso delle più sicure affermazioni dei testi oculari che durante l’operazione il Cl., il quale portava il bracciale della S.O.D.  (Sudtiroler Ordnungsdienst) ebbe un tono duro e autoritario, e in qualche momento, come hanno precisato la teste Cauvin e sopratutto il teste Cestari, spingeva con cattivi modi uno dei Carpi […]


Imputato del delitto di collaborazione col tedesco invasore previsto dall’art. 1° D.L.L. 22-4-1945 n. 142 per avere: il 9 settembre 1943 in Bolzano provocato l’arresto del Rag. Carpi Renzo e del figlio minorenne di lui Alberto perché appartenente alla razza ebraica […]

Tuttavia la partecipazione del Cl. indubbiamente avuta nelle forme sopra descritte alla cattura del maggior Carpi e del figlio diciassettenne dello stesso, non può, pur con le odiose apparenze, fare escludere che esso Cl. sia stato estraneo ad ogni decisione sull’arresto, e che nel fatto dell’arresto abbia esso imputato avuto una parte assolutamente secondaria […] pertanto si ritiene di dover pronunciare l’assoluzione del Cl. dalla imputazione di collaborazione col tedesco invasore, per insufficienza  di prove […]

Anno:
1945

Tribunale:

Sezione speciale in Corte di Assise di Bolzano

Presidente:
Dell'Aria Giulio

Tipologia di accusa:
Omicidio

Accusati:

mostra tutti

Vittime:

mostra tutti

Collocazione:

Libro su Bolzano